Guida alla Coltivazione della Carota

Guida alla Coltivazione della Carota

Con la Carota si possono effettuare due cicli di Semina, in primavera e in autunno. La Semina può essere a spaglio o su file, profonde 1 cm. Se si vuole indurre la pregerminazione si possono immergere i semi in acqua, avvolti in uno straccio qualche ora prima della semina. Per crescere bene le carote vanno coltivate in terreni ben concimati, leggeri e privi di sassi. Se concimate il terreno fatelo con largo anticipo: seminare in un terreno appena concimato può produrre carote con radici ruvide e pelose o radici biforcate. Lavorate molto finemente suolo, per una profondita' di 30 - ­40 cm, in modo che le radici della carota possano crescere lunghe e formose.

PER LA SEMINA A FILE: Fate nel terreno delle righe, profonde 1 cm, nelle quali posizionerete i semi leggermente coperti con una distanza di almeno 5 cm tra una piantina e l'altra e 15 - ­20 cm di distanza tra ciascuna fila. Se seminate in primavera in pieno campo fatelo quando le temperature si stabilizzano attorno a 10° Celsius, altrimenti è consigliata la semina protetta (tunnel, cassoni o serra). Man mano che le carote crescono, rincalzate la terra sulle radici, se notate che si stanno scoprendo. Eviterete cosi di avere carote con spalle e il colletto verde. La carota teme i ristagni idrici, per cui suggeriamo di innaffiare solo quando il terreno è completamente asciutto. Il ciclo colturale della carota va da 70­ a 120 giorni. Buone le consociazioni con: lattuga, ravanello, spinaci e piselli. È noto che l’associazione con aglio, cipolla e scalogno diminuisce l’attacco della mosca della carota, così come la vicinanza tra porro e carota allontana il verme del porro e la mosca della carota. La carota cresce meglio in seguito a una coltura di cui puo' sfruttare la fertilità residua: perfetto coltivare la carota in un terreno che precedentemente ha ospitato: pomodoro, patata, pisello, aglio, porro.

COLTIVAZIONE IN VASO La carota si coltiva bene anche sul balcone: con poche accortezze si possono ottenere carote sane e gustose. Preferisce un terreno soffice e sciolto, ricco di nutrienti, si avranno i risultati migliori con pH intorno a 6,5. Terreni troppo compatti o con troppi sassi, come gia' detto, causano malformazioni alle radici. Per avere carote ben sviluppate serviranno vasi profondi almeno 40 cm. Nel periodo estivo è consigliabile l’uso dei sottovasi per lasciare assimilare lentamente l’acqua d’innaffiatura. Si manterrà così il terreno fresco, importantissimo per ottenere tenere carote. I semi della carota sono piuttosto piccoli, quindi serve preparare a dovere il terreno lasciando la superficie di semina uniforme e pulita. Bastano pochi millimetri di copertura. A semina avvenuta, inumidite il terreno annaffiando con uno spruzzino. Fertilizzate possibilmente in presemina mescolando elementi naturali ricchi in fosforo e potassio, guano di pipistrello e cornunghia naturale. Se seminate a file e usate vasi rettangolari, lasciate 10 - ­15 cm di distanza tra loro e 4­5 cm tra le piante nella stessa fila. Se invece preferite contenitori tondi seminate a spaglio considerando 5 x 5 cm di spazio per ogni seme. Non riempite fino al bordo i contenitori: probabilmente servirà aggiungere un po’ di terra in un secondo tempo.

 

Saluti

Carlo Martini